meno9 r

Il "silenzio è una persona", mi piace dire, e in questi mesi stava soprattutto in chiesa: non era mai vuota... era in silenzio, è diverso! Quando si passa da soli nella chiesa si è avvolti dal silenzio che indica una presenza, quella che una lampada rossa ci segnala, visto che siamo disattenti. C'è la Sua presenza! Quando si è soliti andare in montagna e arrivare, per esempio, in una vallata o in alto, dicevo ai ragazzi: "Si saluta il silenzio", perché è reale e concreto.

Ahimè: quanto rumore inutile, quanto disturbo, quanta faciloneria, quanta ecc... ecc... Le nostre assemblee diventate luogo di chiacchiere, di parole inutili. Come non si sfrutta il tempo che viene dato durante la Messa al silenzio, predisposti a vedere sull'orologio quanto manca alla fine... Ahimè!

Sarà bello attendere nel silenzio che il prete inizi la Messa. Sarà bello, quando avremo in mano i fogli, leggere una lettura o una orazione o (ormai sappiamo!) il prefazio! Attendere, aiutati dal "signor silenzio", l'arrivo dello Spirito Santo che parlerà di Lui, ci insegnerà ogni cosa: lo ha garantito. E poi come sarà bello approfittare dei momenti silenziosi dopo la predica, dopo la comunione per esempio.