Sabato 15 giugno scorso ci è sembrato di anticipare l’inizio dell’estate con l’uscita, programmata per la prima volta in collaborazione con il Coordinamento Pastorale Cittadino, organizzata sulla Navigazione del Naviglio.

In un caldissimo e assolato pomeriggio ci siamo ritrovati sulle rive del nostro Naviglio e dalla Darsena abbiamo ammirato lo spettacolo multicolore e affollato del quartiere tra i più antichi e suggestivi di Milano.

Eravamo anche noi parte del coloratissimo e allegro  “via-vai” che dalle due rive si snodava come un lungo e lento serpentone al seguito delle guide che spiegavano e illustravano sia gli angoli caratteristici come il famoso vicolo dei Lavandai, le antiche case di ringhiera, un antico cortile ombreggiato o la storia  della costruzione e dell’utilizzo della navigazione del Naviglio per la storia della  Milano di quell’epoca fino a raggiungere la postazione di partenza per l’imbarco.

I partecipanti, ben 141, suddivisi nei 3 barconi che si sono alternati nella navigazione, quel sabato hanno anche potuto  prendere visione della manifestazione che si svolgeva nelle acque del Naviglio e che ha  visto gareggiare  numerosi sportivi in svariate tecniche.

Abbiamo raccolto anche questa volta il consenso e la soddisfazione dei partecipanti e, proprio perché era un esperimento che si voleva iniziare per coinvolgere tutte le Parrocchie del nostro territorio, il risultato positivo ci sprona a proseguire in questo senso per un futuro appuntamento annuale.

Per gli amanti dei numeri i partecipanti erano così suddivisi:  S. Stefano 82, S. Alberto Magno 25, S. Ambrogio ad Fontes 12, Dio Padre 12, Santi Carlo e Anna 8, Madonna del Rosario 2.

Proprio per l’elevato numero dei partecipanti dobbiamo un particolare e caloroso ringraziamento alle nostre collaudate e bravissime guide.

Guarda le foto.

NAVIGAZIONE NAVIGLI

15 GIUGNO 2013

Informazioni per la composizione degli equipaggi e orari di ritrovo.

Uscita culturale di sabato 15 febbraio 2014 alle due chiese milanesi di Santa Maria presso San Satiro e San Gottardo in Corte organizzata dalla Parrocchia Santo Stefano

La chiesa di Santa Maria presso San Satiro ha un ingresso nascosto su via Torino, nascosto perché racchiuso tra due edifici e retrostante la strada principale, per questo motivo molti milanesi non la conoscono e anche noi segratesi  abbiamo avuto all’inizio qualche problema ad intercettarla.

La nostra guida Valentina  però ha voluto iniziare la visita da via Speronari e via Falcone perché è proprio dal retro della chiesa, che si sviluppa a forma di T a causa delle strade che la delimitano,  che si può poi ammirare all’interno  la straordinaria veduta della finta abside. L’esterno  nel suo insieme fa pensare a tre chiese separate: davanti il Sacello vero e proprio originario del 879 di forma circolare  e dedicato appunto a San Satiro, fratello di Sant’Ambrogio, la successiva  chiesta di epoca rinascimentale a croce greca  e al di sopra il tiburio ottagonale, a lato si può ammirare  la torre campanaria, costruita nel IX secolo in stile romanico. Si tratta di uno dei campanili più antichi di Milano, visibile ancora nelle sue forme originarie.