II domenica dopo l'Epifania

Va bene!
Così rispondo a quanto chiedono del mio inserimento a Segrate in questi quattro mesi.
Sono stato ben accolto e ho iniziato a incontrare, a vedere, a partecipare a quelli che sono gli appuntamenti di una parrocchia (le benedizioni delle case, i pranzi, le feste natalizie...) e ciò mi ha permesso di conoscere meglio il "quartiere centro".
Più vado avanti e più mi rendo conto che ogni comunità cristiana deve far tesoro delle sue tradizioni, delle buone abitudini e delle iniziative che ha prodotto nel corso degli anni. Nello stesso tempo intuisco che non ci si può fermare. Lo chiede il Papa e il Vescovo ma anche la situazione culturale che viviamo. Credo che occorra muoversi a partire dal centro... non solo da quello cittadino! Si potrebbe provare a muoversi in questo modo: qualche punto.

Festa del Battesimo del Signore

Non è solo andare a messa alla domenica

A parte qualche incontro sporadico sulle lettere del vescovo, è mio desiderio di fermarsi a prendere coscienza di ciò che ognuno di noi vive nella liturgia domenicale. Il titolo vuole superare un modo di dire che non fa giustizia a ciò che di fatto di bello accade. Occasione non per "addetti a lavori" ma per ogni fedele che partecipa all'appuntamento domenicale al fine di precisare meglio ciò che avviene. Questo incontro potrà essere anche di stimolo per approfittare degli incontri previsti a Cernusco sul Naviglio e che abbiamo già segnalato: occorre solamente scrivere i propri dati su una scheda apposita in segreteria entro il 25 gennaio. Per favorire la partecipazione di un maggior numero di persone, farò la proposta di riflessione in due orari diversi e soprattutto in chiesa, luogo dove si celebra.
Lunedì 20 gennaio alle ore 15 e alle ore 21 in chiesa.

Epifania del Signore

Epifania - Manifestazione di Gesù al mondo
La festa della Epifania è legata al detto popolare "...tutte le feste porta via". Però la sola questione "della rima" non fa' giustizia ad una festa grande e piena di luce. Lo stesso vale per il riferimento alla simpatica vecchietta con la scopa che porta gli ultimi regali, soprattutto ai bambini. Certo ci sono anche i magi che hanno un fascino, hanno alimentato molta poesia, diventando richiamo per molte manifestazioni...
L'Epifania risulta una importante festa che sta tra le grandi feste cristiane: la Pasqua (la prima in assoluto) la Pentecoste, il Natale. Nella liturgia ambrosiana è prevista anche una apposita veglia.
Basti segnalare una piccola particolarità ma di enorme importanza: dopo la lettura del vangelo, il celebrante annuncerà ufficialmente la data della pasqua, il 12 aprile quest'anno. Al di là di come sia nato questo annuncio durante la storia della Chiesa, vale la pena riconoscere che il punto di svolta, la vera manifestazione del Dio cristiano, sta nella morte e resurrezione del Figlio. Fissare lo sguardo su quella data, il 12 aprile, è più che fermarsi a ciò che avvenne a Betlemme su segnalazione di una stella.
Sia una festa da scoprire, da riscoprire sempre di più.