Casa Mamre apre le sue porte con l'arcivescovo Delpini

Domenica 27 ottobre 2019, alle ore 19 Celebrazione del Vespero presieduta dal Vescovo Inaugurazione di Casa Mamre con don Stefano Rocca e don Paolo Zucchetti responsabile Caritas cittadina

don stefano 5cmNon dimenticate l’ospitalità; alcuni, praticandola, senza saperlo hanno ospitato degli angeli” (Eb.13,1)

Ogni volta che penso a questa casa di accoglienza mi risuona nel cuore questo passo della Lettera agli Ebrei. L’autore sacro, ricordando il famoso episodio dell’ospitalità di Abramo in località Mamre (e di questa “esperienza divina” ne abbiamo già parlato) ci stimola a praticare l’ospitalità: è un’azione bella agli occhi di Dio, gradita e preziosa per tante persone che ne hanno bisogno.
Sono arrivato a Segrate nell’autunno del 2006. L’ex canonica, accanto alla chiesa, veniva utilizzata solamente dal Circolo Acli; il piano superiore era completamente ammalorato, inagibile ed anche pericolante. Negli anni sono stati fatti ben due interventi onerosi di manutenzione straordinaria per la sicurezza delle persone che frequentavano la casa ma anche per le persone che transitavano nei dintorni. Era sempre più urgente pensare ad un intervento risolutivo e così, piano piano, è maturata la scelta della casa di accoglienza con le sue varie possibilità; è nato il “Progetto Casa Mamre”.
La “macchina” si è messa in moto nel 2016: ipotesi di utilizzo, incontri, preventivi e permessi hanno scandito il lavoro di diversi mesi, non dimenticando la necessaria attenzione prestata per assicurare il mantenimento di alcuni assetti propri dello stabile, come richiesto dalla Sovraintendenza delle Belle Arti. Con piacere il cantiere è stato chiuso all’inizio dell’estate: Casa Mamre è stata completamente ristrutturata, pronta per essere attrezzata ed abitata.
Accanto agli aspetti tecnici non sono mancati, in questi anni, confronti e pensieri sul suo utilizzo.
Ma ora la scelta dei servizi da svolgere in questa struttura, così come la sua gestione ha bisogno di tempo e di discernimento. La fretta sarebbe stata cattiva consigliera. Per questo ho lasciato al nuovo parroco, l’amico don Norberto, il compito di avviarne concretamente l’attività. Seguirò, per quanto mi sarà possibile il concretizzarsi di questo progetto.
"Casa Mamre" è scaturita da una pagina biblica; il Signore continuerà a donare le Grazie necessarie per portare a compimento questa opera benefica.
Con affetto

don Stefano


Quando arriva una busta a casa

Se ti arriva una lettera… apri la busta e la leggi appena puoi. Una lettera la scrive (ce la scrive) il Vescovo Mario: non è il Papa ma non è neppure "il primo che capita".
Bene apriamo la lettera e la leggiamo. E se poi gli rispondessimo? Magari sì, ma senza correre...
Ora viene riportata la prima lettera (ne scriverà altre cinque durante l'anno)
Una proposta: trovarsi una sera a leggerla insieme (per chi può e per chi vuole): questa è stata scritta in occasione del mese di ottobre, mese della missione e qui riportata.
Appuntamento: lunedì 14 ottobre alle ore 21 nella cappella dell'oratorio (entro le 22.30 si chiude la serata).

don Norberto


49 6dopo martirio CVI domenica dopo il martirio di san Giovanni il Precursore

Lettura del Vangelo secondo Matteo 10, 40-42
In quel tempo. Il Signore Gesù disse: «Chi accoglie voi accoglie me, e chi accoglie me accoglie colui che mi ha mandato. Chi accoglie un profeta perché è un profeta, avrà la ricompensa del profeta, e chi accoglie un giusto perché è un giusto, avrà la ricompensa del giusto. Chi avrà dato da bere anche un solo bicchiere d’acqua fresca a uno di questi piccoli perché è un discepolo, in verità io vi dico: non perderà la sua ricompensa».