II DOMENICA DOPO LA DEDICAZIONE

Lettura del Vangelo secondo Luca 14, 1a. 15-24
Un sabato il Signore Gesù si recò a casa di uno dei capi dei farisei. Uno dei commensali gli disse: «Beato chi prenderà cibo nel regno di Dio!». Gli rispose: «Un uomo diede una grande cena e fece molti inviti. All’ora della cena, mandò il suo servo a dire agli invitati: “Venite, è pronto”. Ma tutti, uno dopo l’altro, cominciarono a scusarsi. Il primo gli disse: “Ho comprato un campo e devo andare a vederlo; ti prego di scusarmi”. Un altro disse: “Ho comprato cinque paia di buoi e vado a provarli; ti prego di scusarmi”. Un altro disse: “Mi sono appena sposato e perciò non posso venire”. Al suo ritorno il servo riferì tutto questo al suo padrone. Allora il padrone di casa, adirato, disse al servo: “Esci subito per le piazze e per le vie della città e conduci qui i poveri, gli storpi, i ciechi e gli zoppi”. Il servo disse: “Signore, è stato fatto come hai ordinato, ma c’è ancora posto”. Il padrone allora disse al servo: “Esci per le strade e lungo le siepi e costringili a entrare, perché la mia casa si riempia. Perché io vi dico: nessuno di quelli che erano stati invitati gusterà la mia cena”».

Il mese di novembre, sentito perlopiù come un tempo malinconico, inizia sempre in realtà nel modo migliore, con la celebrazione della solennità di tutti i santi. San Bernardo di Chiaravalle dice: “Per parte mia devo confessare che, quando penso ai santi, mi sento ardere da grandi desideri”. I desideri e la santità? Possono stare insieme? Certo! La vita dei santi è una esistenza riuscita, compiuta, spesso passata attraverso prove. Se compresa bene, la santità è un ideale profondamente desiderabile al cuore dell’uomo e della donna anche del nostro tempo. La solennità di tutti i santi ce li fa ricordare “ tutti insieme”, cioè come “comunione dei santi”. Infatti, una vita santa è sempre una “vita in relazione”. L’amicizia tra i santi è uno spettacolo di umanità. Questo ci ricorda che anche noi siamo fatti non per la solitudine ma per vivere in comunione gli uni con gli altri. Da questa solennità discende una luce potente anche sulla commemorazione di tutti i defunti. Pensiamo ai nostri cari “passati all’altra riva”, preghiamo per loro, andiamo a far loro visita al cimitero, sostenuti dalla grande speranza che ha animato la vita dei santi: Gesù, crocifisso e risorto, ha vinto il male e la morte. Il filosofo Gabriel Marcel affermava: “dire ad una persona: ti amo, è come dire: tu non morirai”. Perché l’amore vince la morte. La speranza cristiana ha l’audacia di credere nella “risurrezione della carne”. E’ l’annuncio che tutto quanto abbiamo vissuto in questa vita non andrà perduto, sarà trasfigurato in Dio; ritroveremo i volti che abbiamo amato. I santi sono stati mossi da questa speranza; per questo hanno vissuto “alla grande” e ci invitano a fare lo stesso. E preghiamo per i defunti perché possano far parte della gloriosa schiera dei santi del Paradiso


Per la preghiera in famiglia

Dio di misericordia, fa' che io desideri ardentemente ciò che ti piace, lo ricerchi con prudenza, lo riconosca nella verità e lo compia perfettamente a lode e gloria del tuo nome.
Aiutami a mettere ordine nella mia vita, fammi conoscere ciò che vuoi io faccia perché lo compia bene per l'utilità e la salvezza della mia anima.
Fa', o Signore, che io venga incontro a te su una strada sicura, diritta e senza asperità, che conduca alla meta e non mi perda tra prosperità o avversità.
Che io ti possa ringraziare nella gioia e cercare pazientemente nella sofferenza.
Allontana da me lo spirito di esaltazione o di abbattimento.
S. Tommaso


Avvisi e appuntamenti settimanali

  • Oggi, domenica 4 novembre, è la prima domenica del mese: all’uscita raccogliamo le offerte per la casa di accoglienza (casa Mamre)
  • Lunedì 5, alle ore 17.30: iniziano le benedizioni natalizie; per questo motivo la S. Messa pomeridiana viene anticipata alle ore 16.30 (fino a Natale)
  • Martedì 6, alle ore 21: riunione plenaria delle catechiste
  • Venerdì 9, alle ore 21: incontro per tutti i genitori dei piccoli di seconda elementare
  • Sabato 10, alle ore 17: incontro per i genitori in preparazione ai SS. Battesimi

CALENDARIO DELLE BENEDIZIONI NATALIZIE

  • lunedì 5 novembre, dalle 17.30 alle 21
    don Stefano: via Martiri della Libertà, dall’1 in avanti
    don Gabriele: via Martiri della Libertà, dal 56 all’indietro
  • martedì 6, dalle 17.30 alle 21
    don Stefano: via Curiel dal 58 all’indietro (pari e dispari)
    don Gabriele: via Curiel dall’1 in avanti (pari e dispari)
  • mercoledì 7, dalle 17.30 alle 21
    don Stefano: via Costa 2 (A, B e C)
    don Gabriele: via Costa 1 e 3
  • giovedì 8, dalle 17.30 alle 21
    don Stefano: via conte Suardi dal 21 in avanti (pari e dispari)
    don Gabriele: via conte Suardi dal 92 all’indietro (pari e dispari)
  • venerdì 9, dalle 17.30 alle 21
    don Stefano: via conte Suardi dal 5 al 20 (pari e dispari)
  • lunedì 12, dalle 17.30 alle 21
    don Stefano: via don Minzoni, dall’1 al 7
    don Gabriele: via don Minzoni (numeri pari) e 11 (A e B)