informatoreTerza domenica di Pasqua

Mangiare, ma dove?

È chiusa la locanda del Giovedì Santo. Hanno tolto le insegne e non si può più cenare in "quella sala al piano superiore". Forse ad Emmaus le cose potrebbero andare meglio ma, si sa: "Lui sparì dalla loro vista" e mangiare senza il forestiero che si è accostato per strada non è il massimo.

Meno male che qualcuno dice: "Beati gli invitati alla cena del Signore"; in altri casi si dice “Beati gli invitati al banchetto di nozze dell’Agnello!”: bisogna aprire però il libro sconosciuto ma spettacolare dell'Apocalisse per sentire bene.

20200419 proposta tempo pasquale

informatoreDomenica in albis depositis - seconda dopo Pasqua

E adesso?

Una volta terminato l'impegno nella Quaresima e nella Settimana Santa, seguiva quasi un breve periodo di riposo, per poi buttarsi nella corsa verso la preparazione della Prima Comunione con tutti i riti del caso, per dare una attenzione alla Madonna nel mese di maggio e infine per predisporre l'inizio dell'oratorio estivo. In più, il termine delle lezioni scolastiche e l'arrivo del caldo rendevano il periodo "in discesa" per un certo verso e "in salita" per un altro tempo che preannunciava l'estate.

E il Tempo Pasquale? Quanto si è dato importanza a ciò che la liturgia suggeriva nelle domeniche successive a Pasqua, nella centralità dell'Ascensione e nella solennità della Pentecoste? La risposta la sappiamo: poco, quasi nulla!

Ora che tutto il lavoro previsto da ottobre o dal normale svolgersi di un calendario parrocchiale è saltato, quasi provvidenzialmente siamo obbligati a "stare nel tempo liturgico" e vivere solo questo. Che fare allora? Proprio all'inizio della Quaresima (era l'8 marzo, andate a vedere, se volete) parlavamo del "Trittico". Siamo nel quadro che completa tutto quello che si è vissuto a partire dal primo marzo: impariamo a guardare allora la figura completa!

Proveremo a suggerire qualche "input" soprattutto attraverso il foglio settimanale, anche se stampato in pochissime copie (mi sa che questi fogli rari potrebbero avere un valore grande, come succede nelle poche edizioni di un francobollo o per una carta moneta stampata male!). Anche noi come preti non perderemo questa opportunità per recuperare il Tempo Pasquale dando almeno pari dignità a quella che si concede all'Avvento o alla Quaresima. In futuro speriamo che non si ripeta più... questa occasione!

Cercheremo di stare sul percorso che la liturgia ambrosiana ci farà compiere; suggeriremo video soprattutto legati ad omelie fatte durante il Triduo Pasquale.

Come sacerdote darò qualche spunto così come mi viene e continuerò a scrivere la "quasi predica", utilizzando il sito della parrocchia. Capisco che non sono molte le occasioni per "farmi sentire" ma potrebbe essere utile il "passaparola". Testi della Parola di Dio e testi della eucologia (già spiegato il significato di questa parola in un precedente foglio) ci verranno incontro e ne scopriremo le rispettive bellezze.