Domenica all'inizio di Quaresima

Lettera per il tempo di Quaresima

Carissimi,

guardo i quadri che rappresentano san Carlo. Ce ne sono dappertutto: in ogni chiesa, nelle cappellette, nella casa dell'Arcivescovo. Il suo volto segnato da penitenze e da lacrime mentre contempla il Crocifisso mi provoca a pensare, a pregare: quanto la meditazione della passione del Signore ispira il mio modo di interpretare la vita e il ministero?

Benedico il tempo di Quaresima perché la liturgia ci propone di andare verso la Settimana Autentica per entrare nel mistero della Pasqua del Signore. Invito tutti a concentrarsi sull'essenziale, chiedendo la grazia che i sentimenti e il pensiero di Cristo ispirino il nostro sentire e il nostro pensare.

Ultima domenica dopo l'Epifania - “del Perdono”

Sul ritiro
È stato interessante e vissuto bene il ritiro spirituale di alcune ore che si è svolto il 16 febbraio alla chiesa di Lavanderie.
Convocati erano soprattutto i membri nuovi dei Consigli delle parrocchie di Segrate ma era aperto a chi voleva un momento di silenzio e di preghiera. I cinque parroci hanno dato degli spunti di preghiera facendo riferimento all'anno liturgico su cui il Vescovo continua ad insistere: in fondo è la "cosa" più bella che abbiamo!
Non tutti i membri erano presenti (ci sono ovviamente altre incombenze) e pochi hanno approfittato di questa proposta... era una occasione.
Ci è sembrato un momento valido che potrà essere riproposto, a partire dai laici che diranno in futuro ai preti: "Perché non trovarsi nella preghiera?".


Assemblea Chiesa dalle genti
Si sta formando un gruppo di persone, nel nostro decanato, per portare in concreto l'intuizione del vescovo che vede una chiesa ambrosiana trasformata dalla presenza di tanti cristiani che provengono da ogni parte del mondo.
E se fosse un segno dello Spirito? Il Sinodo che si è svolto lo scorso anno ora ha bisogno di concretizzarsi.
Nascerà "l'Assemblea Chiesa dalla genti".
Chi fosse interessato a curare questa sensibilità lo dica a noi preti. Per ora sono solo due le persone che rappresenteranno Segrate.


Il Coordinamento Cittadino
Da alcuni anni, su spinta di don Stefano, è sorto il "Coordinamento cittadino" al fine di promuovere iniziative per unire le parrocchie di Segrate e offrire qualche occasione di incontro all'interno della città: per diverso tempo si è organizzato un Convegno e non solo. Dopo un po' di anni si sente il bisogno di rilanciare questo strumento e aprirlo a persone nuove.
Chiediamo:

  1. Due o tre persone per parrocchia (siamo sette parrocchie nella città di Segrate) che si trovino insieme, in quanto cristiani: già questo sarebbe un successo!!
  2. Che facciano da "spina al fianco" per preti e consigli pastorale al fine di far convergere la fede tra le nostre parrocchie.
  3. Che si individui, dove fosse necessario, qualche iniziativa nella città.

Persone nuove, nuove idee, nuovo rilancio... se Dio vorrà.
Primo appuntamento per riunire le persone: martedì 17 marzo ore 21 in Santo Stefano.


Uno sguardo in avanti dopo i coriandoli
Domenica 1 marzo inizia la Quaresima

  • Al termine della Messa verrà fatto il rito delle ceneri, per chi crede possa essere un gesto di "inizio" verso la Pasqua.
  • Proponiamo la settimana penitenziale dal 23 al 29 marzo.
    Ci saranno delle occasioni specifiche a partire dalla proposta per quattro giorni anche della Messa alle 6.30 (sulla scia di quello fatto per la novena di Natale).
    Si valorizzerà la Veglia dei martiri il 24 marzo a Bussero in ricordo dell'uccisone del vescovo Romero; daremo risalto alla festa dell'Annunciazione il 25 marzo (tra nove mesi sarà Natale...).
    In modo particolare segnaliamo il momento comunitario con tutte le parrocchie di Segrate e la possibilità delle Confessioni, presso la chiesa del Villaggio, venerdì 26 marzo.
  • Don Norberto, oltre a leggere la lettera del vescovo per la Quaresima, proporrà quattro lunedì sul vangelo a partire da un testo scelto per ogni evangelista.
  • Uscendo di chiesa, l'8 marzo, ci verrà data una busta come "promemoria", al fine di sottolineare il senso del digiuno che diventa carità verso un progetto diocesano in Iraq.

Della proposta più completa ne parleremo sul prossimo settimanale.


Verso Emmaus
Con la redazione del "Verso Emmaus" si è deciso di continuare la testata con un piccolo cambiamento: si valorizzerà il foglio della settimana che potrà essere come quello che state leggendo oppure doppio come quando si stampa la lettera del vescovo.
Se ci fosse una particolarità l'informatore potrebbe aumentare di un'altra pagina. Non vengono previsti i due o tre numeri annuali con le 16 facciate.
Non si stravolge lo stile. Si cercherà, oltre agli avvisi e le notizie spicciole, di dare qualche spunto di pensiero. Si evidenzierà ciò che avviene nella domenica o nell'anno liturgico. Chi prenderà l'informatore potrà avere un occhio sul valore della successiva domenica.


Madonna pellegrina di Loreto a Linate
La statua della Madonna di Loreto, arrivata all’aeroporto di Linate il 18 febbraio, vi rimarrà fino al 10 marzo. Il 24 marzo 1920, la Beata Vergine di Loreto fu proclamata patrona dei viaggiatori in aereo. L’8 dicembre 2019 ha preso il via l'Anno giubilare che si concluderà il 10 dicembre 2020.
Le Cappelle degli aeroporti civili beneficiano della possibilità di accedere dell’indulgenza alle solite condizioni (Confessione sacramentale, Comunione eucaristica e orazioni per le intenzioni del Papa) recitando, inoltre, davanti all’effigie della Vergine di Loreto, la preghiera del Giubileo Lauretano.
Sabato 7 marzo ore 15.30 preghiera del Rosario nella cappella di Linate.
Ritrovo a Novegro alle ore 15 e possibilità di andare a piedi all'aeroporto.


 - scarica il foglio settimanale in formato PDF

20191103 donnorberto1Ben arrivato don Norberto!

Come va? Si trova bene? sono le domande che mi rivolgono quelli di Segrate.
"Come vai nella nuova Parrocchia? Come ti trovi?", sono le domande che mi scrivono quelli delle parrocchie dove sono stato per 11 anni. C'è un dare del "lei" nel primo gruppo e c'è un ovvio dare del "tu" nel secondo gruppo, a causa della lunga frequentazione.
Raccolgo queste domande a cui rispondo con due espressioni: "Mi sento diverso rispetto a prima" e, in secondo luogo, dico: "Mi trovo bene, faccio il prete". Dietro a queste parole ci sta una storia ma anche una sensazione. Iniziamo dalla storia "a ritroso" come oggi si fa nelle notizie che passano sui nostri computer. Sentirsi diversi presuppone il racconto di ciò che è accaduto durante gli anni.