7 aprile 2021 – tempo pasquale

Mercoledì 7 aprile: ogni giorno dell’ottava di Pasqua, detta “in Albis”, è celebrato come solennità.

Testi della messa: At 5,12-21; Sal 33(34); Rm 6,3-11; Lc 24,13-35

“Una riga”: Portavano gli ammalati nelle piazze perché quando Pietro passava almeno la sua ombra coprisse qualcuno di loro (atti)
C’è l’ombra dell’Altissimo nella Bibbia, come quello Spirito che adombrava la vergine… Se abbiamo la Vita e abbiamo Lui, diventiamo sua ombra, materia per segnalare il suo arrivo e la sua presenza. L’ombra è anche protezione al sole cocente. Dirà il salmo: “Lui ti coprirà con la sua ombra”, ti proteggerà.
Non si è ombra in senso negativo (togliere luce) ma prova del suo esserci, che lui sta in noi e noi mostriamo la sua benevolenza.
* Se hai la sua Vita la tua ombra sarà importante.

Terzo passo: Camminare
Nella messa: Mentre conversavano e discutevano insieme, Gesù in persona si avvicinò e camminava con loro. Ma i loro occhi erano impediti a riconoscerlo. Ed egli disse loro: “Che cosa sono questi discorsi che state facendo tra voi lungo il cammino?” (Lc)

Preghiera di chiusura
Benedirò il Signore in ogni tempo,
sulla mia bocca sempre la sua lode.
Io mi glorio nel Signore:
i poveri ascoltino e si rallegrino.


Ecco mirabile il giorno di Dio,
radioso di santa luce!
Il sangue di Cristo ha deterso
i crimini del mondo.

La fiducia rivive,
l’occhio spento si illumina:
dopo il perdono al ladro
chi dovrà più disperare?

Un attimo di fede,
e la croce si muta nella gloria:
sul traguardo del regno
l’iniquo supera gli antichi giusti.

In cielo stupiscono gli angeli:
sull’infamante patibolo
si aggrappa a Cristo e subito
il condannato conquista la vita.

O mistero ineffabile!
una carne purifica
la contagiata carne
e toglie i peccati del mondo.

Ora non c’è di questa più sublime:
trova grazia il colpevole,
è vinta dall’amore ogni paura,
da morte sgorga la vita nuova.

La morte azzanni l’amo suo crudele,
s’impigli nella sua trappola:
se muore la Vita di tutti,
di tutti rinasce la vita.

Poi che tutti la morte avrà falciato,
tutti risorgeranno,
e l’ultima nostra nemica
sola sarà a perire.

A te che sei risorto
cantiamo la nostra lode
con il Padre e lo Spirito
nei secoli infiniti. Amen.