13 novembre 2022

Prima domenica di Avvento

Il campanile senza campane

Fa specie vedere il campanile senza campane! E anche di notte fa un certo effetto una luce che sembra un faro senza le sagome delle campane! I bambini più piccoli se ne sono accorti con le loro manine che fanno notare ciò che non c’è.
Un campanile senza campane è come una macchina senza il motore o… ciascuno porti altri esempi. La discesa con la gru delle campane è stato un momento interessante e curioso, sia per gli aspetti tecnici sia per quelli visivi: il lavoro della gru e poi la grandezza e il peso delle campane, per esempio. Beh, come abbiamo detto a qualche bambino: “Le campane sono andate all’ospedale per essere curate ma torneranno più sane di prima!”.


Inizio cantiere

A questo aggiungiamo che lunedì 14 novembre inizia il cantiere con il posizionamento del ponteggio per l’opera di restauro della facciata e del campanile. Qualche piccolo disagio all’inizio, ma poi, per un po’ di mesi ci dovremo abituare a vedere “impacchettata” la chiesa.
Questi mesi forse ci prepareranno a cogliere meglio il valore di un edificio che ricorda la storia e la fede di quelli venuti prima di noi e, nello stesso tempo, il valore di un suono che segnala la festa e l’incontro dei credenti nella liturgia di dolore (anche se ormai non si suona più per i funerali) o di gioia, insieme al passare del tempo e delle ore. Qui sotto trovate le indicazioni di carattere economico segnalate da un membro del Consiglio Affari Economici.


Quanto costa

I lavori preventivati saranno di 367.000 euro, che comprendono il restauro della torre campanaria (campane e annessi), la sistemazione e messa in sicurezza del campanile e la facciata della chiesa, compreso il lato sud. In questa cifra sono inclusi i costi dei professionisti, l’IVA ovviamente, gli imprevisti e i vari oneri.
Possiamo disporre per l’inizio di questa opera di 150.000 euro che sono l’ultima parte della donazione ricevuta dalla famiglia Pini; inoltre contiamo di poter accedere allo sconto in fattura per la sola facciata, secondo il bonus facciate, di 137.000 euro.
Prevediamo di raccogliere la differenza di 80.000 entro questo anno, certamente con qualche iniziativa, ma anche con il contributo libero di ognuno.
Avendo avuto l’autorizzazione della Soprintendenza di Milano, chi dona potrà accedere alla detrazione fiscale. Come fare? Con bonifico bancario al numero della parrocchia IT81J 03069 33590 1000000 62301 con la motivazione “Facciata chiesa santo Stefano”. A chi dovesse fare la donazione entro il 2022 rilasceremo la certificazione entro il marzo 2023.
Abbiamo sempre confidato nella generosità dei parrocchiani: lo facciamo anche ora con l’anticipo ringraziamento.


La coincidenza, solo coincidenza?

L’inizio dei lavori coincide con il lancio ufficiale della “Mission Segrate”, come se il segno di un restauro avesse la potenza di un rilancio nell’opera di annuncio della fede per essere segni veri, visibili anche se discreti nella testimonianza cristiana in una città come la nostra.
Certo che, se il termine dei lavori coincidesse con la settimana di inizio o di fine Mission, sarebbe… “da scrivere negli annali”. Nel frattempo le persone continuano a trovarsi (la prossima assemblea è a Lavanderie, venerdì 25 novembre) per preparare “dal basso” la Mission.


Le benedizioni

Come abbiamo già accennato, passeremo nella case da coloro che hanno chiesto la visita attraverso la compilazione del foglio “azzurro” distribuito in chiesa a dicembre 2022 oppure attraverso il foglietto “verde” inviato nelle cassette della posta a marzo. Chi non lo avesse compilato può farlo con il foglietto “rosa” che si trova in chiesa fino al 20 novembre.
Non possiamo venire in tutte le case che lo richiedono, avendo anche da visitare qualche via a San Felice: a Segrate centro verremo alternando un anno sì e un anno no.
Non potendo indicare qui le numerose vie della parrocchia nelle quali passeremo quest’anno, come faremo? Semplice: se riceverete una telefonata da parte di alcune gentili signore per precisare il giorno e l’ora, significa che quest’anno verremo da voi. Se non riceverete nessuna telefonata, non preoccupatevi: dovete soltanto avere un po’ di pazienza perché significa che verremo il prossimo anno.


E ora: l’Avvento

Non ultimo, siamo davanti all’inizio dell’anno liturgico: quel tempo scandito dalle domeniche dell’anno in cui i cristiani si muovono dentro il mondo di Dio che conoscono e di cui si nutrono. È vero che l’anno liturgico inizia il 13 novembre, ma più correttamente l’inizio è il 9 aprile, giorno della Pasqua. Da lì prende il via la vita nuova con cui una comunità si muove tra i giorni, i mesi e gli anni.
Conviene già correggere un errore che continua a diffondersi, quello che unisce l’Avvento unicamente alla nascita di Gesù, appiattendo una parola (Avvento) che invece possiede un significato molto più interessante. Siamo stati un po’ danneggiati dalla “corona dell’Avvento e dal “calendario dell’Avvento”, che nel rito romano giocano sulle quattro settimane di dicembre e fanno quasi da “conto alla rovescia” per arrivare al 25 dicembre. Ma è solo questo il valore dell’Avvento?  Diciamo subito di no e, se stiamo attenti alle letture delle domeniche iniziando proprio dalla prima! Ma ne riparleremo. Ecco qualche suggerimento lasciando poi alla fantasia di ognuno.

Dare valore al giorno feriale

Cura della propria preghiera personale, di casa o quella che scandisce l’inizio e la fine della giornata. Utile potrebbe essere la scelta di partecipare ad una Messa feriale in settimana. Un occhio ai nostri orari o a quelli delle chiese vicine: a santo Stefano è possibile partecipare alla Messa prima del lavoro (il mercoledì, alle ore 6:30) o dopo il lavoro (il giovedì, alle ore 20:30).

“In viaggio”, film di Rosi in prima visione

Diretto da Gianfranco Rosi, il film è un racconto che ripercorre i viaggi del Papa visionando i filmati che li documentano: Francesco è testimone della sofferenza del mondo e sperimenta la difficoltà di fare di più, oltre al conforto delle sue parole e della sua presenza. Gianfranco Rosi “segue” il cammino di papa Francesco e ritrova il “suo” cinema: “fuori concorso” a Venezia 2022
Unica proiezione straordinaria al Cinema San Felice: venerdì 2 dicembre, alle ore 21.15.

Cinque proposte in ascolto della Parola di Dio

  1. Con il libretto “Parola per ogni giorno” (in vendita) e con la propria fantasia
  2. Nella chiesa di San Felice, alle ore 21, sulla preghiera nel vangelo di Luca (con don Norberto)
    – mercoledì 23 novembre: la preghiera di Gesù sul monte della trasfigurazione
    – mercoledì 30 novembre: “quando pregate dite: «Padre nostro»”
    – mercoledì 14 dicembre: “chiedete e vi sarà dato”: l’efficacia della preghiera
  1. Partecipazione ai gruppi di ascolto nelle case – possibile gruppo intergenerazionale
  2. Esercizi spirituali per giovani alla chiesa di san Carlo a Sesto San Giovanni
    (riferirsi a don Mauro): “Agar, Anna, Maria. Donne in preghiera ci insegnano a pregare”
    – lunedì 14 novembre, alle ore 20.45: Agar, ossia quando la preghiera ti apre gli occhi
    – martedì 15 novembre, alle ore 20.45: Anna, ossia quando la preghiera alimenta la voglia di vita
    – mercoledì 16 novembre, alle ore 20.45: Maria, ossia quando la preghiera ti allarga il cuore
  1. “Kaire ore 20.32”, pregando con il vescovo ogni sera dal 13 novembre al 23 dicembre: www.chiesadimilano.it e sul canale YouTube della diocesi

Raccolta Caritas

A partire dalla domenica e per tutta la settimana, raccolta di un particolare prodotto che servirà per i pacchi che vengono distribuiti mensilmente
– domenica 20 novembre: olio
– domenica 27 novembre: detersivo liquido per lavatrice
– domenica 4 dicembre: tonno e latte a lunga conservazione.
– domenica 11 dicembre: dentifricio, shampoo, bagno schiuma


Iniziamo con la prima settimana di Avvento

– Mercoledì 16 novembre: possibilità delle Confessioni in chiesa
dalle ore 8 alle ore 11.30 – dalle ore 15.30 alle ore 19 – dalle ore 21 alle ore 22.30
– Giovedì 17 novembre: Adorazione Eucaristica in chiesa
dalle ore 9 alle ore 12 – dalle ore 15.30 alle ore 19.30
(richiesta una presenza continuativa da parte di volontari)