16 ottobre 2022

Dedicazione del Duomo di Milano

Sulla traccia della Parola di Dio

L’attenzione alla Parola di Dio è come la scoperta dell’acqua calda! Chi potrebbe dire il contrario o esprimere il fatto che questa frase “non la sapevo”?
Eppure non può mancare per noi “credenti, dico i credenti” questo continuo richiamo almeno per tre motivi: uno, perché si rischia di dare per scontato l’importanza della Parola; due, perché talvolta, smemorati, ci si dimentica; terzo, perché si è sempre piccoli davanti alla ricchezza di una Parola, si è sempre “ignoranti” rispetto ad una fonte che disseta o un cibo che nutre i figli dello Spirito Santo che siamo noi.
Con un legame costante con la Parola di Dio, si fa proprio il linguaggio del Regno di Dio poco alla volta. Come dire che la frequentazione con la lingua madre di una nazione riesce anche a captare le sfumature di una espressione o di una semplice parola di quella cultura. Se così avviene per le lingue del mondo, lo sarà anche per la lingua di Dio, cioè il “regnese”!
Ecco 5 proposte che facciamo nostre nel corso di questo anno, sulla scia di quanto il Vescovo e la Chiesa ci suggeriscono, proseguendo ciò che si è fatto negli scorsi anni.

1. Ad ottobre ripartono i Gruppi di ascolto

Attualmente sono 5 i gruppi che si trovano nelle case seguendo l’itinerario proposto dal vescovo che, quest’anno, ha come titolo: la “Preghiera nel vangelo di Luca”. L’ambiente familiare, l’invitarsi, rende l’appartamento un piccolo luogo “sacro”.
Riferimento per il giorno e per il luogo contattando i seguenti nominativi: Elisa 3289625024; Stella 3398374891; Simona 3402690032; Pierina 3491750561; Diana 3209608425..

2. A novembre una proposta

Don Norberto presso la parrocchia di San Felice seguirà l’itinerario indicato con adulti che lo vorranno il lunedì ore 21, per 4 settimane del tempo di Avvento per poi perseguire l’itinerario nella Quaresima.
La proposta che lo scorso anno veniva fatta al pomeriggio e alla sera sulla Parola di Dio, attendiamo a riproporla, in base a come si muoveranno le attività nei prossimi mesi nelle tre parrocchie di cui ci occupiamo. Certo che se delle persone, degli amici, delle famiglie amiche dovessero trovarsi e chiedere: “Don viene da noi a leggere insieme il vangelo” … noi verremmo di corsa!

3. Da Natale, un capitolo al giorno del Nuovo Testamento

Esiste da qualche anno una proposta che sta coinvolgendo più di 2000 persone (di cui il parroco era all’oscuro). Il vescovo propone ora ufficialmente questa iniziativa nata nel tempo di pandemia. Di cosa si tratta? Dal 25 dicembre 2022 fino all’8 ottobre 2023, (festa della Madonnina) si invita a leggere un capitolo del Nuovo Testamento, così che, senza accorgersi… si legge tutto.
Occorrerà solo dare un nominativo nel sito apposito, non ci sono vincoli o obblighi se non l’impegno a farlo ogni giorno o, in caso di dimenticanza, a recuperare il capitolo. Un messaggio che arriverà sul cellulare periodicamente sosterrà la proposta. Riprenderemo in dicembre la proposta mentre è possibile reperire altre notizie in:
https://www.chiesadimilano.it/news/chiesa-diocesi/da-natale-la-lettura-integrale-del-nuovo-testamento-974219.html

4. Nuova idea: In novembre “gruppi intergenerazionali”

Parolone per dire persone di diverse età che si incontrano sulla Parola di Dio, sempre nella traccia proposta dal Vescovo. Come fare?
Facciamo un esempio: due persone sui 40 anni potranno chiedere a due o tre persone over 65 e a due persone over 50 e con lo stesso invito a due giovani tra i 20 e i 30 anni, di mettersi insieme. “Che dici se ci trovassimo a leggere e a pregare insieme con la Parola di Dio” potrebbe essere la frase di chi invita. “Ma sì che provo o che proviamo” potrebbe essere la risposta da parte di chi viene invitato. Lanceremo la proposta ufficialmente in novembre ma da ora si potrebbe dire: “Magari ci faccio un pensierino”.

5. L’attenzione alla Parola di Dio del giorno

Già abbiamo indicato l’importanza di poter partecipare ad una messa alla settimana “gratis”, “perché non si deve”, “perché non è un obbligo”…
Può essere utile il libretto “La tenda” che si vende alla Buona stampa oppure ogni… cellulare ormai!


San Felice in festa con don Norberto e don Mauro

Sabato 12 novembre il Vicario don Antonio Novazzi presenterà ufficialmente don Norberto alla parrocchia dei santi Carlo e Anna a San Felice.
Anche don Mauro verrà presentato e concelebrerà l’Eucarestia solenne alle ore 18.30; a seguire l’aperitivo con una sorpresa. Il programma definitivo sarà fatto conoscere a breve.
La data segna anche l’inizio dell’anno liturgico, con questa celebrazione che coinvolge la parrocchia di santo Stefano e di Novegro, dal momento che i due sacerdoti, con il supporto di don Saturnino e del diacono Dario, si prenderanno cura di queste tre comunità.
È un momento particolare e nuovo che può essere motivo di disagio perché “eravamo abituati a fare in maniera diversa”… Potrebbe diventare una occasione per aprire nuove strade, sapendo che Dio non potrà abbandonare il suo popolo a meno che… noi vediamo o crediamo in Lui: ma questo è un altro paio di maniche.


Il Doposcuola

Stanno aumentando le richieste di un aiuto scolastico per ragazzi delle elementari e medie. Chi volesse dare la propria disponibilità contatti la segreteria dell’oratorio o Manuela.

Domenica missionaria in ritardo – 23 ottobre

Nella chiesa di rito romano oggi si celebra la giornata missionaria mondiale al fine di sensibilizzare il credente alla dimensione di apertura e di annuncio del Vangelo. Il recente festival della Missione (nel sito trovate interessanti video con testimonianze e confronti) e la preparazione della “Mission Segrate 2023” ci permetteranno di “stare sul pezzo”!
Per noi di rito ambrosiano tutto slitta di una settimana, perché lasciamo che nella terza domenica di ottobre si celebri la festa della Dedicazione della chiesa cattedrale che ha un grande valore simbolico.
Vivere bene la Giornata missionaria diventa l’opportunità di avere uno sguardo “ad gentes”, che si apre cioè fino a confini più ampi della nostra comunità cristiana di Segrate centro. Diventa anche un modo per porre attenzione a quanti poi partono: sono preti, religiose, religiose, laici e famiglie che vanno in altre parti del mondo per seminare i segni del Regno.
Vogliamo valorizzare la Veglia missionaria che si organizza in diocesi. L’Ufficio Missionario e la Pastorale Giovanile ripropongono l’evento della Veglia Missionaria Diocesana e la Redditio Symboli in una sola grande Veglia che vivremo in Duomo sabato 22 ottobre 2022 alle ore 20.45. Per chi desidera, partenza dalla chiesa con le automobili alle ore 19.30.

Segni di pace?

Da qualche giorno sta crescendo il bisogno di manifestare e di far sentire una voce corale che diventi grido: “Fermiamo le armi, fermiamo le operazioni di guerra, apriamo tavoli di negoziato, azioni di dialogo”.  Che le piazze si riempiano, che la gente torni a reclamare la pace al di là di motivi economici che toccano tante case, è un fatto da sostenere.
La manifestazione a Roma il prossimo 5 novembre o la presenza del Papa al Colosseo il 25 ottobre sono solo due momenti di mobilitazione: il Dio della pace faccia crescere questi semi!