23 maggio 2021

Domenica di Pentecoste

Due occasioni “mica male”

La prima riguarda la festa della Santissima Trinità che vivremo il 30 maggio: prima del 31 ovviamente, giorno della festa della Visitazione e chiusura del mese di maggio! La seconda riguarda la festa del Corpus Domini, prevista il giovedì 3 giugno. Un altro giovedì per recuperare il valore e l’originalità del nostro calendario.
Che senso ha fare la festa della Trinità, parola così strana e non presente nel vangelo? Il termine Twitter di recente invenzione (uno strumento che non uso) dice che bisogna essere “stringati” nella comunicazione.
Ebbene la parola “Trinità” è proprio un termine stringatissimo! Dire che Dio è “relazione di amore”, che “il Padre è nel Figlio e il Figlio è nel Padre, che lo Spirito ha una entità sua pur essendo nel Padre e nel Figlio (respiro!) …. aprirebbe discussioni su discussioni. Dire che “Dio è Trinità d’amore” è proprio un Twitter “ante litteram”. Che non mi si dica che non usiamo la modernità!
Una festa allora per rendere grazie a Dio stesso che si è presentato così. Nessuna persona intelligente e tanto meno nessun “intelligentone” avrebbe mai potuto inventare una tale espressione. Una domenica per un Twitter cristiano! Parola dinamica rispetto all’antica immagine del “trifoglio” (uno in tre persone) che, per noi di una certa età, ha inciso in modo un po’ negativo.

Corpus Domini

Parola che rievoca processioni, ostensioni della eucarestia, candele e incensi, organizzazione e forse anche qualche “saracca” a causa del blocco del traffico. Eppure, che bello poter avere un giorno, feriale per giunta, per dare in modo gratuito un tempo per fermarsi, fare adorazione, riconoscere ciò che a me ragazzo è stato dato per la prima volta, a me giovane ha aperto spazi immensi, a me adulto e a me anziano regala la serena fedeltà di Dio stesso.
Apro solo ad una domanda a cui daremo delle parole di riflessione nei prossimi numeri del foglio informatore: “Fare o non fare la Comunione a Messa?”.

Tempo dopo Pentecoste

Valorizziamo la settimana della Pentecoste che dà il via al terzo grande tempo liturgico della Chiesa ambrosiana.

Lunedì 24 maggio
ore 15.30: lettura della nuova lettera del Vescovo Mario (senza la ripresa serale)

Martedì 25 maggio  giornata eucaristica
ore 8.30: s. Messa e adorazione fino ore 11. 30
ore 15.: ripresa adorazione fino alle 17.45
ore 8 s. Messa e adorazione fino 19.30

Mercoledì 26 maggio  giornata penitenziale
Richiamo battesimale essenziale ritmando il tempo della Riconciliazione nella liturgia.
Presenza di uno o due sacerdoti:
ore 8 – 12;  15 – 18; 20 – 20.30


Giovedì 27 maggio a Caravaggio  – pellegrinaggio decanale

  • ore 19: partenza con le macchine
  • ore 20: rosario al santuario
  • ore 20.30 concelebrarazione eucaristica presieduta da mons. Antonio Novazzi, vicario di zona con gli anniversari di ordinazione.

Dare il nominativo in segreteria.


Lunedì 24 maggio – memoria di Maria Madre della Chiesa

Solo una piccola annotazione. Da solo quattro anni Papa Francesco ha stabilito che il giorno successivo alla Pentecoste fosse memoria obbligatoria in onore di Maria Madre della Chiesa. Un particolare… non particolare!

Finita l’epoca di Zoom (per me)

Chiudiamo il contratto con la piattaforma Zoom, utile negli scorsi mesi ma… esaurita! Uno strumento che in pochi conoscevano ma che è stato essenziale ed importante, superando le distanze. Il bisogno di incontro reale tra le persone è…nell’aria.


Cosa chiede il Vescovo in questo periodo

  • Riprendere in mano l’enciclica di Papa Francesco “Laudato sii”. Difficile poterlo fare a gruppi, perché non provare da soli? Qualche spunto lo daremo sul “Verso Emmaus”.
  • Non smettere di ringraziare coloro che nell’emergenza hanno dato la loro professionalità insieme con il cuore soprattutto negli ospedali.
  • Non perdere di vista la preghiera e il riferimento alla Parola nelle sua varie forme: lo sviluppo della liturgia domenicale a partire dal 6 giugno.
  • L’attenzione ai ragazzi e adolescenti nella possibilità delle attività estive dell’oratorio.
  • Mettere a tema nella riflessione e nella preghiera “la vocazione” in tutti i suoi aspetti a partire dalla chiamata ad “Essere santi e immacolati nella carità” a quella delle chiamate ad una particolare consacrazione.
  • Io so che noi non siamo di quelli che sono obbligati a parlare sempre di pandemia, di vaccini di contagi e di morti. Noi siamo piuttosto i mandati per dire che Gesù è risorto e per essere testimoni della sua risurrezione e di una vita nuova.
  • Io so che noi non siamo di quelli che dicono: “Ora basta, sono stanco!”, piuttosto siamo di quelli che dicono: “Eccomi”.
  • Io so che noi non siamo di quelli che dicono: “Per favore aiutateci”, ma piuttosto siamo di quelli che dicono: “Cosa possiamo fare per aiutare?”.
  • Io so che noi non siamo di quelli che dicono: “Sono rimasto solo”, ma piuttosto di quelli che si sentono dire dal Signore: “Non avere paura; continua a parlare e a non tacere perché io sono con te e nessuno cercherà di farti del male: in questa città io ho un popolo numeroso”.
  • Io so che noi non possiamo essere di quelli che come Giona, allo spettacolo della conversione di Ninive, si lamenta: “Or dunque, Signore, toglimi la vita perché meglio è per me morire che vivere”. Piuttosto noi vorremmo essere come Barnaba che “giunse e vide la grazia di Dio, si rallegrò ed esortava tutti a restare, con cuore risoluto, fedele al Signore, da uomo virtuoso qual era e pieno di Spirito Santo e di fede”.
  • Esorto a restare fedeli al Signore, a essere pieni di Spirito Santo e di fede, per vivere, secondo quella sapienza che viene dall’alto.

IL CIELO VIVE DENTRO DI ME – Mostra su Etty Hillesum

5 – 13 giugno 2021 nel salone dell’oratorio

INAUGURAZIONE MOSTRA sabato 5 giugno ore 16:00
CHIUSURA MOSTRA domenica 13 giugno ore 21:30
GIORNI FESTIVI apertura con ingresso libero ore 9:30−12:30 e 17:30 −18:30
visite guidate  ore 16:00, 19:00 e 20:30 (tempo circa 1 ora)
GIORNI FERIALI apertura con ingresso libero ore 11:30−12:30 e 17:30−19:00
visite guidate ore 10:00, 16:00 e 20:30 (tempo circa 1 ora)

PER INFO e PRENOTAZIONI

  • Seguire i canali ufficiali- www.santostefanosegrate.it -pagina facebook
  • Telefonare al numero 391 372 55 30
  • Scrivere a santostefano.mostra@gmail.com