14 maggio 2021 – tempo pasquale

Testi della messa: At 1,15-26; Sal 112(113); Ef 1,3-14; Mt 19,27-29

“Una riga”: Rivolgesti un singolo sguardo d’amore su Mattia, iniziati alla sequela e ai misteri del tuo Cristo (prefazio)
Bello che si dica di Mattia che fu un “iniziato” senza essere stato chiamato in prima persona da Gesù e che questo è avvenuto perché… il Padre, (addirittura il Padre!) ha avuto uno sguardo su di Lui. In fondo Mattia ha avuto al fortuna di conoscere i Dodici ed essere stato “nei paraggi del maestro”. Si fa in fretta a notare come noi stiamo sulla stessa linea di Mattia, nel senso che lo sguardo del Padre è su noi…perché figli: Scelti dal Padre! Certo poi c’è lo zampino dei Gesù e dello Spirito, ma questo è un altro discorso.

*        Un santo che ci protegga e che segua la Chiesa mentre sta “riposizionarsi” dal momento che siamo in una epoca di trasformazione.

Trentacinquesimo: Benedizione

Nella messa: Fratelli, benedetto Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, che ci ha benedetti con ogni benedizione spirituale nei cieli in Cristo. (Ef 1,3-14)

Preghiera di chiusura
O Dio,
che dopo il tradimento di Giuda,
perché il numero sacro degli apostoli non restasse incompleto,
lo integrasti con l’elezione di san Mattia,
fa che siamo protetti dai suoi meriti noi che ogni anno ne facciamo devota memoria.
Per Cristo nostro Signore.


AKATHISTOS – undicesima stanza

  1. Come fiaccola ardente per che giace nell’ombre contempliamo la Vergine santa, che accese la luce divina e guida alla scienza di Dio tutti, splendendo alle menti e da ognuno è lodata col canto:

Ave, o raggio di Sole divino,
Ave, o fascio di Luce perenne.
Ave, rischiari qual lampo le menti,
Ave, qual tuono i nemici spaventi.
Ave, per noi sei la fonte dei sacri Misteri,
Ave, Tu sei la sorgente dell’Acque abbondanti.
Ave, in Te raffiguri l’antica piscina,
Ave, le macchie detergi dei nostri peccati.
Ave, o fonte che l’anime mondi,
Ave, o coppa che versi letizia.
Ave, o fragranza del crisma di Cristo,
Ave, Tu vita del sacro banchetto.
Ave, Vergine e Sposa!

  1. Condonare volendo ogni debito antico fra noi, il Redentore dell’uomo discese e abitò di persona: fra noi che avevamo perduto la grazia. Distrusse lo scritto del debito, e tutti l’acclamano: Alleluia!